Categories
! Senza una colonna

Cosa c’è di sbagliato nelle fiabe moderne?

Stiamo guardando nuovi adattamenti cinematografici di fiabe fin dall’infanzia. A volte causano sentimenti contrastanti – non solo delizia, ma anche stupore. Qual è il motivo? E se tali fiabe sono adatte ai nostri figli? Ci occupiamo dello psicologo di famiglia Inna Shifanova.

Amo il cinema. Amo le fiabe. Per quest’anno ho visto tre nuovi film: “Malefisent”, “Beauty and the Beast”, “più lontano nella foresta”. Insieme alla gioia prevista e in parte invece, ho provato una strana sensazione di delusione o ansia. Era in qualche modo collegato al fatto che le solite trame di fiabe sono cambiate notevolmente. Per capire tutto questo, mi sono rivolto allo psicologo di famiglia Inna Schifanova. E ha ricevuto una spiegazione: “C’è una ragione di preoccupazione. Si consiste nel fatto che le nuove versioni cinematografiche mantengono tutti gli attributi esterni inerenti alle fiabe classiche: hanno palazzi, principi e principesse, fate, maglie e magia, ma il carattere e il comportamento degli eroi differiscono dal canone “. Cioè, le circostanze sono le stesse e gli eroi e la loro azione sono altri. Tale discrepanza può causare disagio. Gli psicologi chiamano questa dissonanza cognitiva statale.

Come è organizzata una fiaba

La fiaba classica è molto semplice. Parla nel linguaggio degli archetipi – immagini e concetti sostenibili che compongono l’esperienza delle persone – e contengono un messaggio etico che viene trasmesso di generazione in generazione. Ha una trama e un personaggio principale (o eroina). Il personaggio principale è sempre positivo, incarna bene. Le forze del male sono personificate, il personaggio principale entra nella lotta contro di loro o cerca di superarle. Il bene e il male sono chiaramente delimitati perché l’idea principale sia chiara e convessa. Alla fine della fiaba, il https://www.sostabar.com/corretto-per-credere/ bene sempre trionfo e il personaggio principale riceve una ricompensa ben accertata.

I film sopra menzionati sono opere di copyright, non arte popolare, sono soggettive e parlano nel linguaggio delle immagini artistiche nel contesto di una moderna comprensione della moralità, in cui il bene e il male sono ambigui, possono cambiare luoghi o cambiare nel tempo.

Ad esempio, il nome stesso “Malefisent” 1 ci mostra che non incontreremo una fiaba normale. Questa parola significa “dannoso”, questo è il nome della maga maga nel cartone animato Disney. Ma in una fiaba classica, un personaggio malvagio non può essere il personaggio principale. E si scopre che “malizioso” è buono. La contraddizione è evidente.

In Malefyste, due personaggi principali appaiono con le loro linee di trama: Malefisenta e la principessa Aurora stessa. Vengono aggiunti diversi nuovi messaggi, che si riferiscono alla relazione di un uomo e di una donna (Malefisent e Stefan) e alle relazioni delle donne tra loro (Malefisent e Aurora). Questi nuovi messaggi non si sono ancora sistemati nella coscienza pubblica, richiedono discussioni, soggettive o riflettono l’opinione di solo una parte delle persone. Non c’è caso in una fiaba classica. I creatori del film suonano con adulti moderni.

Obiettivi diversi

Le fiabe classiche e i nuovi film basati su fiabe hanno obiettivi diversi. Il film solleva domande, chiama per discutere, analizzare, discutere. E la fiaba viene allevata, i bambini ne hanno bisogno come codice morale per ottenere punti di riferimento per il futuro, nel consenso di cui devi agire in un mondo per adulti che non è ancora comprensibile. Pertanto, la fiaba ricorda gli adulti di queste verità e allo stesso tempo dell’infanzia, dei conforti e delle calma. E i nuovi film piuttosto eccitano e lasciano alle spalle molte domande aperte.

In molti racconti, il personaggio principale (eroina) sposa la principessa (principe). L’alto status sociale del coniuge è la metafora di quel luogo in alto e speciale che la nostra scelta o la scelta occupa nel nostro mondo interiore. Pertanto, quando il nuovo film “Beauty and the Beast” 2 termina con il Principe si sposta dal castello a casa di sua moglie e scambia con i suoi fiori, una diminuzione del suo status sociale può essere percepita come una diminuzione del suo significato emotivo.

Nella versione classica, la bellezza doveva amare il mostro, nonostante la sua disgrazia esterna, per aprire la sua bellezza interiore: gentilezza, cura, capacità di amare. Nella versione moderna, si innamora del mostro, già sapendo che di fronte a lei è un principe incantato, ma sapendo anche che ha ucciso erroneamente la sua precedente moglie, che si aspettava da lui un bambino. E se nel primo caso il messaggio morale è semplice e facilmente letta: “Guarda più in profondità da una persona, non in apparenza, ma al comportamento”, allora nel secondo è difficile da formulare e sembra eticamente ambiguo.

Nuova visione della femminilità

Nel mondo archetipico, solo un uomo può suscitare una fiaba, altrimenti la ragazza rimarrà una bellezza addormentata. In Malefyste, si verifica un ironico ripensamento della trama: il principe è inutile e Aurora sveglia la strega con il suo bacio – è un bacio, non una stregoneria. C’è un cambiamento e un mixaggio di ruoli. Il risveglio della principessa o non ha nulla a che fare con la sua femminilità, o dobbiamo ammettere che questa femminilità è chiusa in sé, non rivolta a un uomo, non affrontato a lui. Dato che Malefisent, secondo la nuova versione degli eventi, è stato l’ultimo amante di Stefan, il padre di Aurora, l’intera storia acquisisce un’ombra incesto.

Lo sguardo alla mascolinità subisce anche cambiamenti. L’uomo cessa di essere un difensore e un patrono (il bacio del principe “non funziona più”);Inoltre, diventa un avversario nella lotta per il potere. Stefan taglia le ali di Malefisent, toglie la sua capacità di volare per diventare un re.

Nella fiaba “più nella foresta” il principe è anche insolvente, scoprirà che anche dopo il matrimonio, non è contrario a distorcere una relazione con qualcun altro. Ci dicono una nuova conclusione: una donna non dovrebbe più fare affidamento su un uomo, dovrebbe essere in grado di difendersi da sola. Ci sono tali situazioni nella vita? Senza dubbio. Ma se immagini un mondo in cui questi casi particolari sono costruiti al livello di un archetipo, allora in un mondo del genere una delle principali opposizioni sarà indebolita o completamente scomparsa: un uomo – una donna. Una donna sarà in grado di spingere l’uomo, rifiutare il suo sostegno e persino sostituirlo con se stessa. Ma un pericolo sta in tale indipendenza: non puoi essere completamente vivo, svegliarsi, ma non fino alla fine: l’umanità si sveglierà, ma la sessualità rimarrà a dormire.

Categories
! Senza una colonna

L’acne può andare da sola?

Fino a poco tempo fa, parlando delle cause dell’acne, tutti sono stati incolpati all’unanimità di tutti i peccati di cioccolato, malattie del tratto gastrointestinale e del sistema endocrino.

Di conseguenza, anche i dermatologi hanno spesso inviato coloro che desiderano sbarazzarsi di lui, a un gastroenterologo, un endocrinologo, un ginecologo e per numerosi test.

Alcuni test dovranno essere eseguiti ora, ma ora tutti gli esperti sono uniti nell’opinione che l’acne sia una malattia cronica della pelle in cui è compromesso il lavoro delle ghiandole sebacee. E il dermatologo dovrebbe trattarlo.

Secondo una serie di studi, l’incidenza dell’acne tardiva (dopo 20-25 anni), tra le donne è fino al 45%.

Il meccanismo di sviluppo dell’acne si basa su una produzione eccessiva di grasso cutaneo e su un cambiamento nella sua composizione. Il lardo cutaneo (sebo), che produce le ghiandole sebacee, è progettato per proteggere la pelle da secchezza e danno. In una persona sana, il sebo è liquido e esce facilmente. Le persone con acne sebum diventano molto più grandi e differiscono dal solito con una composizione modificata di lipidi: è più spessa e per la sua consistenza esce peggio dai pori. Ciò porta a un indebolimento della funzione di barriera protettiva della pelle e promuove l’infiammazione, che svolge un ruolo chiave nello sviluppo dell’acne.

Secondo gli studi, il microrganismo più comune nello sviluppo dell’acne sono i ceppi virulenti Staphylococcus aureus (C. Acnes). Un aumento del loro numero contribuisce alla cheratinizzazione intensiva e alla morte delle cellule epidermiche, al blocco delle ghiandole sebacee, alla formazione di comici e papule. Così come alla violazione del microbioma cutaneo e, di conseguenza, una reazione eccessiva dell’immunità, che porta a un’infiammazione ancora maggiore.

  • I comici aperti neri sono i tipi più comuni di acne sulla superficie della pelle.

  • COMEDONI CHIUSI – Eruzioni cutanee sotto la pelle.

  • Papule – piccoli brufoli dolorosi rosso.

  • Pustole – acne “classica” con scarico purulento e infiammazione pronunciata.

  • Nodi e cisti sono formazioni nodulari sottocutanee solide, infiammate e dolorose.

Nonostante il fatto che il meccanismo di sviluppo dell’acne sia comprensibile, non esiste un’opinione inequivocabile sul perché questo non sia. La maggior parte degli esperti ritiene che i principali “colpevoli” nell’eccessiva produzione di sebum siano ormoni sessuali maschili degli androgeni, in particolare testosterone. Nelle donne durante l’ovulazione e all’inizio del ciclo mestruale, l’effetto del testosterone aumenta, poiché non è soppresso dagli estrogeni che indeboliscono l’attività delle ghiandole sebacee.

Pertanto, il più delle volte si verificano esacerbazioni nel periodo premestruale. Molti medici considerano questa volta un serio fattore di rischio per lo sviluppo dell’acne e la dismenorrrea (mestruazione dolorosa), un fattore https://erezioneinpillole.it/acquista-apcalis-sx-oral-jelly-senza-ricetta aggravante nel suo corso. Coloro che sono irregolari, il che significa che l’effetto del testosterone è più forte, entrano anche in un gruppo di rischio speciale.

Fase dell’acne

  • Forma leggera – lucentezza oleosa, comici in bianco e nero.

  • Medio: brillantezza intensa, audace, molti comici in bianco e nero, papule rosse (da 10 a 20).

  • Moderato-un gran numero di comici e 10-20 pustole.

  • Pesante – più di 40 nodi grandi e dolorosi, pustole e cisti, infiammazione costante.

Ma recentemente, sempre più spesso dicono che la causa dell’acne è una predisposizione genetica che determina tutte le fasi del suo sviluppo. È noto, ad esempio, che un paziente con acne ha più recettori che rispondono agli ormoni e sono più sensibili. Pertanto, è importante non la quantità di testosterone, ma le caratteristiche della risposta genetica ad esso, comprese le ghiandole sebacee della pelle. Inoltre, ogni organismo risponde anche alla presenza di batteri patogeni in modi diversi per qualcuno che provoca una violenta reazione di immunità, per qualcuno debole. E questo dipende anche dalla genetica, nonché dal numero di ghiandole sebacee, se ce ne sono troppi, una persona ha maggiori probabilità di soffrire di acne.

È stato stabilito che le persone con pelle spessa sono più predisposte all’acne.

I dermatologi curiosi hanno attirato l’attenzione sul fatto che le persone che soffrono di una grave forma di acne, di norma, hanno parenti stretti con un problema simile. Rendendosi conto che la presenza di acne in entrambi i genitori aumenta proporzionalmente il rischio di acne, gli scienziati hanno iniziato a cercare il gene malato. Ma si è scoperto che ci sono almeno 45 geni che possono aumentare la tendenza di una persona alla formazione di comici. Tra questi ci sono geni associati all’aumento della produzione di testosterone e alla suscettibilità del corpo ai batteri propionibacterium acnes e al calibacterium acnes, che sono i principali agenti causali dell’acne..

Cosa fare?

Qual è il motivo dell’acne, deve essere trattato e in nessun caso spremere l’acne o mascherarli con cosmetici. Questo aggraverà solo il problema e lo allungerà per molti mesi e anni. Le fasi avanzate dell’acne passano raramente senza traccia: punti, cicatrici e colline.

L’acne spremuta è un doppio rischio:

In primo luogo, le cicatrici possono rimanere e in secondo luogo, l’acne può apparire ancora di più. I dermatologi sono unanimi: il trauma di elementi infiammati può portare ad un aumento dell’infiammazione e alla formazione di cicatrici. C’è un grande rischio che al momento dell’estrusione, l’infezione dal primo focolare possa diffondersi nelle aree vicine della pelle.

Sperando che “passerà” non ne vale la pena:

A differenza dell’adolescenza, sulla tarda acne, gli anni passati non influenzano, è più difficile da trattare, poiché papule e pustole e grandi nodi e cisti infiammati vengono spesso aggiunti ai normali commedoni.Pertanto, prima di tutto, devi consultare un medico. È possibile che dirigerà i test per capire se esiste uno squilibrio ormonale e, se necessario, prescrivere la terapia ormonale e con grave infiammazione – antibiotici.

In forme gravi di acne, molti dermatologi raccomandano i retinoli

– Sostanze correlate alla vitamina A derivati, a causa delle quali la produzione di sebo diminuisce, viene soppressa l’infiammazione, l’attività della flora batterica è ridotta. Il trattamento dei retinoli può durare fino a un anno, poiché l’effetto accumulativo funziona, quindi è necessario paziente e assumere regolarmente il farmaco prescritto e visitare il medico. La dose è selezionata individualmente, è impossibile cambiarla da solo, perché come qualsiasi medicina, i retinoli hanno effetti collaterali.

Fortunatamente, forme pesanti di acne non sono così comuni, quindi in tutti gli altri casi puoi ottenere un risultato visibile senza l’uso di droghe gravi.

È importante imparare a far fronte agli stress,

In effetti, a causa di sovraccarichi psico-emotivi, un aumento del Seaflift. I dermatologi hanno da tempo sospettato che lo stress potrebbe causare eruzione cutanea. Esistono anche dati scientifici che durante i periodi di elevato stress emotivo (ad esempio, prima degli esami), la frequenza delle eruzioni cutanee negli studenti aumenta di quasi il 20%. Se ha bisogno di aderire a una certa dieta per la prevenzione dell’acne e nel processo del suo trattamento?

La nutrizione non è la ragione per lo sviluppo dell’acne, ma è ancora ancora ancora possibile la connessione.

Inoltre, tutto dipende dalle caratteristiche del corpo. Alcuni studi, ad esempio, confermano che gli alimenti con un alto indice glicemico: latte, cottura e dolci con una tendenza all’infiammazione, possono rafforzarli. La nutrizione dell’acne dovrebbe essere bilanciata e diversificata con un gran numero di prodotti contenenti vitamine C. A, e, nonché selenio. Per aiutare la tua pelle con il cibo adeguato, devi cuocerla, cuocerlo o spegnerla, usare assurdità.

Prodotti che possono rafforzare le manifestazioni dell’acne

  1. Latte animale nella sua forma più pura e prodotti dolci basati su di esso: gelato, yogurt dolci, cocktail lattiero -caseari e additivi proteici. Formaggi duri, yogurt naturale e burro in questo elenco non sono inclusi.

  2. Cottura del massimo grado e zucchero, incluso nascosto, in prodotti come succhi, salse, soda. Provoca un rilascio significativo di insulina e quindi aumenta il funzionamento delle ghiandole sebacee

  3. Alimenti fritti con un alto contenuto di grassi trans, nonché pasti affumicati e prodotti semifiniti. Contribuire ad un aumento della densità del grasso della pelle.

  4. Alcool. Colpisce negativamente il decorso della malattia a causa dell’elevato contenuto di amido e prodotti di fermentazione

È molto importante prendersi cura della pelle e selezionare mezzi efficaci per questo.

È impossibile pulire eccessivamente la pelle, lavarsi il viso con sapone e altri agenti alcalini, usare cosmetici con composizione aggressiva: scrub con grandi prodotti abrasivi o alcolici. Tutto questo fa impazzire la pelle, la disidrata. Per proteggersi e ripristinare le sue proprietà barriere, inizia a sviluppare ancora di più il grasso della pelle, aggravando le manifestazioni dell’acne.

Inoltre non vale la pena aspettare buoni risultati da rimedi popolari e creme ordinarie dai negozi.

Solo quelli che influenzano davvero tutte le fasi dello sviluppo della malattia sono adatti. Questo è un dermatocosmetico. Con il suo aiuto, è possibile prevenire l’aggravamento del problema con un lieve grado di manifestazioni e migliorare la tolleranza del trattamento di gradi di acne più gravi.

Cosa dovrebbe essere nella borsa cosmetica

*Detergente morbido: acqua micellare o gel di lavaggio

*Crema idratante e rilassante.

*Crema con glicerina, acidi e zinco.

*Polvere con zinco

Categories
! Senza una colonna

Gorilla invisibile: perché non lo notiamo?

Ognuno di noi un giorno è diventato vittima della sua disattenzione. Un incidente

https://tadalafilinitalia.com/

sulla strada rubato da un sacchetto di un portafoglio, macchie di caffè su un nuovo abito. E quanti interessanti stiamo trascurando! Perché non notiamo ciò che sta accadendo proprio sotto il nostro naso, dice la psicologa cognitiva Maria Falikman.

Ci sembra che vediamo e ascoltiamo tutto ciò che sta accadendo intorno a noi. Questa convinzione, che è chiamata “grande illusione della coscienza”, ha attirato l’attenzione di psicologi, filosofi e fisiologi negli ultimi decenni. Il fatto che non notiamo molto non è un segreto. Ad esempio, maghi e borseggiatori usano attivamente la nostra disattenzione. Nel 2008 è stata contrassegnata anche una direzione speciale: “Neuromagia”, che risponde alla domanda sul perché siamo convinti di vedere tutto. La domanda è cosa non notiamo e perché questo sta accadendo.

In psicologia, le lacune hanno iniziato a impegnarsi nell’attenzione negli anni ’70. Questi studi sono nati come per -prodotto dello studio della percezione visiva. Ulric Neisser – il fondatore della psicologia cognitiva – voleva dimostrare che nella nostra percezione visiva non ci sono filtri speciali che salvano informazioni importanti e scartano tutti inutili. È sufficiente per noi sapere cosa stiamo seguendo e lo faremo in modo efficace. Per questo, è stato condotto un esperimento: il pubblico ha mostrato il gioco di due squadre di basket e ha chiesto di seguire le palle della palla. La maggior parte del pubblico nel suo insieme ha affrontato con successo questo compito. Naysser ha introdotto ulteriori condizioni: durante il gioco sullo schermo, una ragazza sotto un ombrello è passata dall’angolo all’angolo. Era un incentivo che non era legato a ciò che stava accadendo, ma comunque abbastanza evidente. Si è scoperto che se una persona non è caricata con un’attività, questo incentivo li legge. Se esiste un compito (ad esempio, monitorare i passaggi che i membri del team recipiscono), una persona molto probabilmente non noterà questo evento.

Questo fenomeno è stato designato come “cecità per disattenzione”. Se non siamo sintonizzati sulla percezione di un determinato oggetto, molto probabilmente non lo noteremo. Circa 30 anni dopo, lo psicologo di Chicago Daniel Simons (Daniel Simons) ha riprodotto un esperimento, ma ora, invece di una ragazza, un uomo in costume di gorillas ha avuto luogo tra i giocatori. E anche il pubblico non ha notato questa creatura potenzialmente pericolosa. Simons ha apportato molte modifiche a questo esperimento per vedere come lo spettatore risponderà alle mutevoli condizioni. Ad esempio, lo spettatore può conoscere in anticipo il gorilla, ma se nel processo di osservazione cambiamo il colore della tenda, contro il quale ha luogo l’azione, non noterà di nuovo nulla. E questo è un altro noto errore di attenzione: la cecità così chiamata per cambiare: non notiamo nemmeno cambiamenti molto grandi nella scena visiva, se si verificano molto gradualmente o sono accompagnati da una scogliera. Ad esempio, il gioco “Trova 10 differenze” utilizza questo effetto particolare: la stessa scena appare davanti a noi, ma con alcune modifiche e non possiamo notarli immediatamente. Se i cambiamenti si verificano improvvisamente e in un quadro statico, vengono catturati da rilevatori di movimento che attirano automaticamente la nostra attenzione sul luogo in cui è successo qualcosa.

Inoltre, il nostro cervello non rileva i cambiamenti, anche se l’immagine non è un’interruzione globale, ma la sua rumorosità locale. Ad esempio, diversi schizzi di fango cadono sul vetro di un’auto. E non li notiamo. Perché? Non guardiamo quali cambiamenti o non guardiamo dove si verifica il cambiamento? Gli psicologi hanno cercato di cercare la risposta a questa domanda – non molto successo. La risposta era trovare i fisiologi che usavano il metodo della risonanza magnetica funzionale.